Emilia Romagna, successo per la Festa Regionale 2018

Si sono dati appuntamento a Carpi, i pensionati della FIPAC per l’edizione 2018 della Festa Regionale, che si è svolta domenica 7 ottobre.

Un evento, ormai tradizionale in Emilia Romagna che unisce cultura, socialità ed iniziative associative, e che ha visto quest’anno la partecipazione di 300 soci provenienti da tutta la Regione.

La giornata si è aperta con l’incontro delle delegazioni nella splendida piazza dei Martiri, una delle piazze più grandi d’Italia, da cui si sono seguite due visite simboliche al Museo Monumento del Deportato ed al Campo di smistamento di Fossoli, dal quale sono partiti migliaia, nei famigerati treni piombati, ebrei e prigionieri politici alla volta dei campi di concentramento.

La visita del Campo di Fossoli, nel quale è stato internato Primo Levi, è stato particolarmente emozionante soprattutto per una generazione che ha ancora vivo il ricordo della guerra, perché vissuta direttamente o tramandata dai genitori.

Il pranzo si è svolto nella cornice elegante di Villa Tagliata, ed aperto da un breve intervento di saluto del Presidente Nazionale della FIPAC Sergio Ferrari.

Il Presidente ringraziando gli interventi e gli organizzatori dell’evento ha richiamato l’attenzione sulle prossime iniziative della FIPAC, incentrate su pensioni e sanità, assicurando che il lavoro della Federazione dei pensionati di Confesercenti sarà a migliorare le condizioni di vita e di salute degli over 60.

Alla manifestazione sono intervenuti Lino Busà Direttore Nazionale, Dario Domenichini Presidente della Confesercenti dell’Emilia Romagna e il Presidente della Confesercenti di Modena Mauro Rossi che ha fatto gli onori di casa.

“Siamo stati molto contenti di offrirvi questo evento a Carpi – ha detto Rossi – che testimonia l’attenzione di Confesercenti per tutte le fasce d’età ed ha contribuito a far conoscere Carpi, un città che non è solo maglieria e piccola industria”.

 

Ultima modifica il Martedì, 27 Novembre 2018 11:37

Visite: 28

Turismo: Centinaio, risposte ad abusivismo e legge quadro su professioni

 Si è discusso delle "professioni del mondo del turismo con la necessità di dare una risposta immediata e fare una legge quadro nazionale e definitiva sul ruolo delle guide turistiche, degli accompagnatori, dei direttori tecnici delle agenzie di viaggio". Lo ha detto il ministro delle Politiche agricole e del Turismo Gian Marco Centinaio al termine dell'incontro con la Conferenza delle Regioni. "Bisogna dare una risposta all'abusivismo nel mondo della ricettività - ha continuato il ministro - l'obiettivo è costituire un gruppo di lavoro tecnico che velocemente dia una risposta". Si è parlato anche di "montagna e impianti di risalita, abbiamo parlato di tassa di soggiorno e di necessità che diventi davvero una tassa di scopo".Altro tema sul tavolo quello delle "infrastrutture, c'è stata una richiesta forte delle regioni di far partire un progetto sulle infrastrutture". Tra gli argomenti trattati la direttiva Bolkestein e gli stabilimenti balneari "con l'istituzione di un tavolo interministeriale dove convocheremo anche tecnici delle associazioni di categoria e tecnici delle Regioni".

 

necessità di dare una risposta immediata e fare una legge quadro nazionale e definitiva sul ruolo delle guide turistiche, degli accompagnatori, dei direttori tecnici delle agenzie di viaggio". Lo ha detto il ministro delle Politiche agricole e del Turismo Gian Marco Centinaio al termine dell'incontro con la Conferenza delle Regioni. "Bisogna dare una risposta all'abusivismo nel mondo della ricettività - ha continuato il ministro - l'obiettivo è costituire un gruppo di lavoro tecnico che velocemente dia una risposta". Si è parlato anche di "montagna e impianti di risalita, abbiamo parlato di tassa di soggiorno e di necessità che diventi davvero una tassa di scopo".Altro tema sul tavolo quello delle "infrastrutture, c'è stata una richiesta forte delle regioni di far partire un progetto sulle infrastrutture". Tra gli argomenti trattati la direttiva Bolkestein e gli stabilimenti balneari "con l'istituzione di un tavolo interministeriale dove convocheremo anche tecnici delle associazioni di categoria e tecnici delle Regioni".

Ultima modifica il Martedì, 27 Novembre 2018 11:32

Visite: 30

©Confesercenti Emilia Romagna